Pensieri nascosti*

Ultimamente l’unico post che mi veniva da scrivere era soltanto una spoglia precisazione delle conclusioni, nella quale comunque mi sarei riportata integralmente ad altre conclusioni, già formulate in una memoria di qualche tempo fa… poche parole, le solite, meri sfoghi di una che starebbe provando a diventare avvocato, barcamenandosi tra i “se”, i “forse” e i “chissà”. Alla fine ho deciso di non postarla più.

Quello di stasera, più che uno sfogo, vuole essere una presa di coscienza, la consapevolezza che, per un concorso di circostanze, a volte bastano delle piccole cose per ritrovare quel minimo di motivazione andata persa negli ultimi tempi. Perché, detto in confidenza tra noi, ritornare a sentirsi un po’ più motivati fa stare decisamente meglio… Tutto qua…

* Sì, lo so… il titolo non c’azzecca molto con questo post, ma non sapevo proprio come chiamarlo, e “Pensieri Nascosti” è soltanto una sonata di Giovanni Allevi che stavo ascoltando giusto adesso…

2 Comments

  1. Forza e coraggio….. 😉

  2. Grazie mille Gabbo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità

Archivi