Sanremo per me diventa il festival di Sanronfo

Ronf, ronf, ronf, ronf, ronf, ronf, zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz, ronf, ronf, ronf, zzzzzzzzzzzz…
Sì? Che cosa c’è? Dite a me? Mi avete per caso chiamato? No…no, io nego tutto! Risponderò a qualsiasi domanda solo in presenza del mio legale. Ops…ma…e io che sarei!?! Insomma come ve lo devo dire che non stavo affatto dormendo. Adesso solo perché avevo gli occhi chiusi e, pur avendo il telecomando in mano, al momento della pubblicità non mi sono degnata di cambiare canale, non significa per forza che mi fossi appisolata. E poi a me la pubblicità piace, ok? Sono o non sono un soggetto poroso? Come dite? Stavo anche russando? Ma come… non lo sapete? Quello è il tipico rumore del Niglio in fase di meditazione. Che cosa? Non credete alla storia della meditazione? Cioè, mi volete dire che credete alla storia del Niglio, ma non a quella delle sue facoltà intellettive? Ma, che strani che siete…voi…

E va bene, lo devo ammettere. I miei buoni propositi di vedere per intero almeno la prima puntata del 57° Festival della Canzone Italiana sono andati a farsi friggere…Ma come si fa?!? Per carità, nulla da obiettare sui presentatori, con una Hunziker, che a forza di destreggiarsi in ruoli da protagonista tra un musical e l’altro, è ormai pronta a fare la conduttrice relegando miseramente Baudo a quello di valletto. E i fiori sanremesi poi! Ma avete visto che professionisti? Tutti quanti al loro posto a far la loro brava particina da fiore.

Però lasciatemi fare almeno una semplice osservazione. Dunque, in questo momento sono esattamente le 22.08. Considerando che nella puntata di questa sera devono esibirsi dieci Campioni e sette Giovani e che, leggo dalla guida TV, vengono anche presentate con brevi videoclip le altre dieci canzoni dei Campioni e le sette dei Giovani in gara domani, senza tener conto, poi dei tre ospiti Nora Jones, le Scissor Sisters e il comico Antonio Cornacchione, e visto che finora avran cantato in cinque (o sei se si considera la commovente interpretazione della Hunziker di un direi “festivalmente fortunato” pezzo del suo ex marito, che ha poi dedicato con voce strozzata alla loro figlia), allora di questo passo si dovrebbe finire verso l’una…troppo tardi per una che domani deve alzarsi presto.E allora sapete cosa vi dico? Che in questo periodo sanremese me ne andrò in letargo televisivo e che, una ronfata dopo l’altra, mi sveglierò solo la notte tra sabato e domenica prossima al momento della proclamazione del trionfatore…così…tanto per vedere se quei due ragazzi lì che cantano sempre in falsetto, e che lo scorso anno volevan sempre “svegliarsi la mattina” fino ad estate inoltrata, è vero che son dati per vincitori…E adesso ……..shhhhhhhhhh!
Me ne vado seriamente a dormire…e buona notte a tutti!
Ronf, ronf, ronf, ronf, zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz, ronf, ronf, ronf, zzzzzzzzzzz…..

2 Comments

  1. non c’è che dire…un’analisi meglio del miglior Aldo Grasso!…ROFTL! 😉

  2. tanto per dire…io sanremo lo sento su radio2 con i gialappi!
    almeno nn devo vedere come spendono i soldini di noi poveri contribuenti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità

Archivi