Lasciare, per una notte intera, la propria macchina parcheggiata alla stazione. Tornare, il giorno dopo, a riprendere la suddetta macchina. Andare ad aprire la portiera e constatare che, invece, questa si è appena chiusa. Pensare “che sbadata che sono… ieri sera, nella fretta e per non perdere il treno, l’avevo lasciata aperta… certo che a volte sono proprio distratta…”. Entrare e sedersi al posto di guida. Notare che il volante è...