Massime comprese tra 28 e 32 gradi

L’altra sera al telegiornale di una tv locale dicevano che lungo le spiagge dell’Adriatico il lettino ha ormai soppiantato la sedia a sdraio. Lo scoop è stato accompagnato da aneddoti di bagnini nostalgici e da interviste ai bagnanti sul perché preferire il lettino alla sdraio; quali sono i lati positivi del lettino rispetto alla sdraio e quali i negativi; ma lei quante ore passa sul lettino; suo marito ha scelto la sdraio, e perché lei no; ma non crede che, ad esempio per leggere il giornale, la sdraio sia molto più comoda del lettino. Ha fatto seguito il servizio sui saldi, in particolare sull’acquisto del costume. E lì altra notiziona. “L’imperativo è sceglierlo di moda, senza rinunciare agli accessori giusti.”

Io non mi sono ancora presa niente ai saldi, nemmeno che so una magliettina o una gonnellina svolazzante al ginocchio da mettere una sola volta e da dimenticare nell’armadio, insieme a tutte le altre gonne comprate in tempi di saldi e indossate una sola volta. Però forse un paio di sandaletti rossi di vernice me li comprerò. Li ho visti la settimana scorsa e di quel tipo erano rimasti diversi trentasette. Domani ci vado. Spero di trovarli ancora.

Intanto Ilary Blasi mi vuol convincere ad attivare la Summer Card. Se ne va in giro con un fumetto recante la scritta “bla bla bla” e penso che potrebbe anche essere divertente avere ognuno una nuvoletta con scritto qualcosa. Ogni giorno una frase diversa, nella quale condensare il proprio pensiero di quella giornata, senza dover fornire tante spiegazioni. Una frase secca e basta, e andare avanti per tutto il giorno solo con quella.

Hanno già mandato in onda gli unici due film che, pur non avendo mai registrato, conosco praticamente quasi a memoria.
Ero un’adolescente piuttosto timida e prendevo nota di tutto.
In questo momento ricordo alla rinfusa espressioni del tipo:

“E tu per attaccare discorso sei sempre così banale?”

“Perché è una festa? Io vedo tutti che non sono contenti, anche tu hai la faccia triste… Devi imparare a socialize…”

“Pizza fredda e birra calda. Tutto alla rovescia. Come nella vita.”

Non è che mi siano stati poi di così grande aiuto questi film.
Però ci ho sempre fatto sopra dei gran bei sogni.

Bevo quotidianamente almeno un litro e mezzo di tè freddo al limone. Considerando che lo preparo con tre bustine per ogni litro, allora prendo in media quattro tè al giorno, quasi cinque. Sarà per questo che poi la notte faccio fatica ad addormentarmi? Forse dovrei riconsiderare le dosi, o bere semplicemente acqua fresca, oppure provare col tè verde. Ma sarà ugualmente dissetante? No, è che non vado matta per il tè verde, ecco.

Ieri sera l’Oregon Scientific sul comodino segnava 31,3 gradi. Ora 29,3. Eh sì, che si nota la differenza.
Dicono che nei prossimi giorni arriverà una leggera brezza di maestrale.
Ne avrei proprio bisogno.

3 Comments

  1. Un post alle 4 del mattino? Decisamente troppa teina, prova con la versione deteinata, quella per i bimbi ^__^

    E troppa tristezza che traspare dalle righe, mi dispiace tanto.

    PS: non ho colto le citazioni…che film sono??

  2. tesoro lo sai che la teina ti fa male non solo x il sonno…qndi per favore datti una regolata….appena guarisco…se mai sarà…giuro che qui cambiamo tutti vita…TUTTI! Capito?!?

  3. @Antaress
    Ma no, davvero non devi essere dispiaciuta, qua non c’è aria di tristezza. Forse può trasparire una lieve nota malinconica, ma va tutto bene. Il tempo di riprendere il normale ritmo sonno/veglia e andrà anche meglio.
    I film, si tratta di Sapore di Mare 1 e Sapore di Mare 2 – Un anno dopo. Credo non passi estate senza la quale non ci vengono riproposti entrambi.

    @Pape
    “Cambiamo tutti vita” Cioè?!? Vabbè poi mi spiegherai. Tu intanto devi pensare a te, a rimetterti in sesto. Non ti preoccupare per me, qua va benone, la mia è solo un po’ di insonnia momentanea.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità

Archivi