Praticante lavapiatti…

Secondo quanto stabilito dall’art. 51/3° comma, rubricato “attività di gestione di rifiuti non autorizzata”, del Decreto Legislativo 5 febbraio 1997, n. 22 (c.d. Decreto Ronchi): “Chiunque realizza o gestisce una discarica non autorizzata è punito con la pena dell’arresto da sei mesi a due anni e con l’ammenda da lire cinque milioni a lire cinquanta milioni”.

Ora, precisando che il soggetto artefice di questo disastro nucleare domestico è recidivo e che tutte quelle stoviglie erano state “temporaneamente” adagiate in quell’angolo della cucina da circa un mese, ditemi se, secondo voi ci potrebbero essere gli estremi per la denuncia di questo reato ambientale:

 

discarica domestica…

E siccome non potevo tollerare il protrarsi di questo stato di stoviglie abbandonate a se stesse (anche se qualche forchetta era talmente incrostata che ho dovuto buttarla…tanto c’è sempre l’Ikea!), armata di pazienza e munita di un potente detersivo per piatti all’aloe vera ho dovuto provvedere alla “bonifica” e al “ripristino dello stato dei luoghi”.

E questo è un primo risultato…si incomincia ad intravedere il fondo…

 

il fondo

Questo è, invece, il risultato finale…

 

…è stata dura

…e ora fatemi un applauso…

3 Comments

  1. …CLAP!CLAP!CLAP!Grazie 1000 Niglio…TU sei la migliore…IO il peggiore…smack!

  2. …….ma nn è che passi pure dalle parti di casa mia?????

  3. Ho un déjà vu…..

Trackbacks/Pingbacks

  1. Il Gioco della Ricerca | Che ore sono? - [...] interessati. Sempre. Anche se la ricerca dovesse comportare una disamina di tutto, e dico tutto, il Decreto Ronchi. Nel…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità

Archivi